Loghi-2016
!!! IL CENTRO STUDI L’ARCA AUGURA A TUTTI BUONE FESTE E FELICE ANNO NUOVO!!! CORSI IN PARTENZA A GENNAIO 2015: FORMAZIONE OBBLIGATORIA PER ADDETTO AL PRONTO SOCCORSO IN AZIENDE DI GRUPPO B, C  -  AGGIORNAMENTO PER GLI ADDETTI AL PRONTO SOCCORSO  – FORMAZIONE OBBLIGATORIA PER ADDETTI ANTINCENDIO IN ATTIVITA’ A RISCHIO DI INCENDIO BASSO/MEDIO  -  AGGIORNAMENTO PER GLI ADDETTI AL PRONTO SOCCORSO  -  ACCONCIATORE (ADDETTO)  –  FORMAZIONE OBBLIGATORIA PER IL COMMERCIO E LA SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE  -  CORSI PER ALIMENTARISTI (EX H.A.C.C.P.)

Formazione obbligatoria per addetti alla guida di carrelli con elevatore frontale

CORSO ADDETTI CARRELLI INDUSTRIALI SEMOVENTI

FORMAZIONE OBBLIGATORIA PER ADDETTI ALLA GUIDA DI CARRELLI CON ELEVATORE FRONTALE

Riferimenti normativi: Dlgs 626/94 artt. 35, 36, 38; D.lgs 359/9 pubblicato sulla GU 19 ottobre 1999 n. 246; Circolare ministeriale n. 780855 dell’8 Giugno 2001 pubblicata sulla GU 146 del 26.06.2001; Art. 73 del D. Lgs. 81/08; Accordo Stato Regioni del 22/02/2012

DURATA CORSO - Ore 12

N° ALLIEVI - 12 con criteri di selezione attraverso test attitudinale e colloquio motivazionale

POSIZIONE OCCUPAZIONALE – occupati, disoccupati e inoccupati

L’art. 73 del D. Lgs. 81/08 prevede che il Datore di lavoro provveda affinché i lavoratori incaricati dell’uso delle attrezzature di lavoro che richiedono conoscenze e responsabilità particolari ricevano una formazione, informazione ed addestramento adeguati e specifici, tali da consentire l’utilizzo delle attrezzature in modo idoneo e sicuro, anche in relazione ai rischi che possano essere causati ad altre persone

Con l’Accordo Stato Regioni del 22/02/2012 sono state individuate le attrezzature di lavoro per le quali è richiesta una specifica abilitazione degli operatori nonché le modalità per il riconoscimento di tale abilitazione, i soggetti formatori, la durata, gli indirizzi ed i requisiti minimi di validità della formazione. Le attrezzature per le quali è prevista una specifica abilitazione sono le seguenti:

1. Piattaforme di lavoro mobili elevabili (PLE)
2. Gru a torre, mobili e per autocarro
3. Carrelli elevatori semoventi con conducente a bordo a braccio telescopico, di tipo industriale, di tipo telescopico rotativo
4. Trattori agricoli o forestali
5. Macchine movimento terra (escavatori idraulici, escavatori a fune, pale caricatrici frontali, terne, autoribalta
6. Pompa per calcestruzzo

La formazione dei lavoratori addetti all’uso di queste attrezzature di lavoro, come previsto nell’Accordo Stato Regioni del 22/02/2012, deve seguire precisi percorsi, durate e modalità, contemplando una formazione teorica e pratica, con verifiche di apprendimento eseguite anche “in campo”.

Il corso di formazione rivolto agli addetti alla conduzione di carrelli industriali semoventi (ossia qualunque veicolo su ruote ad esclusione di quelli circolanti su rotaie, concepito per trasportare trainare, spingere, sollevare, impilare o disporre su scaffalature qualsiasi tipo di carico ed azionato da un operatore a bordo con sedile), conforme ai contenuti dell’Accordo suddetto, consente, previo il superamento delle verifiche previste, di conseguire l’attestato di abilitazione all’uso degli stessi.

PROGRAMMA DIDATTICO:

- La normativa specifica e la struttura del carrello: Disposizioni legislative DPR 547/55 D.Lgs 304/91 DPR 459/96 D.Lgs 626/94 Dlgs 359/99; Dlgs 81/08; Accordo Stato-Regioni 22/02/2012: i carrelli elevatori: le normative specifiche e le disposizioni aziendali; la segnaletica di sicurezza (cartellonistica – comunicazione verbale – segnale gestuale); una corretta tecnica di comunicazione; cenni sui particolari costruttivi dei carrelli elevatori; illustrazione dei concetti di momento di una forza e di baricentro del carico; determinazione della portata della macchina; i principi della guida sicura: i percorsi, il mezzo, i comportamenti umani; illustrazione sulle tecniche per una guida corretta; i rischi per la sicurezza e per la salute e rispettivi dispositivi di sicurezza.

- Corretto uso del carrello: Cenni sulle prevenzioni nei sistemi di ricarica batterie; i rischi residui dei carrelli elevatori (ribaltamento; caduta del carico, ecc.); stabilità del mezzo e dei
carichi; lettura delle targhette di portata; la portata massima ammissibile nelle varie condizioni d’uso; sviluppo di un atteggiamento corretto per un continuo miglioramento degli
standard di sicurezza; le procedure di guida (avvio – lavoro – parcheggio); le condizioni di
impiego e le situazioni anomale prevedibili; manutenzione giornaliera, le verifiche periodiche ed il programma di manutenzione periodico.

- Applicazioni pratiche: Pratica di guida per evidenziare le corrette manovre sia a vuoto
che a carico; illustrazione pratica della manutenzione giornaliera; illustrazione pratica della disposizione dei componenti di un carrello elevatore; prova di guida; comunicazione gestuale.